Moduli e procedure

Certificazione energetica

L'attestato di prestazione energetica degli edifici fa conoscere al cittadino le caratteristiche energetiche e alcuni parametri caratteristici del “sistema edificio-impianto” che sta per acquistare o per affittare. 

Attraverso il confronto con le prestazioni energetiche di un edificio efficiente (classi A+, A, B) e grazie alle informazioni riportate sull’attestato di prestazione energetica (APE), il cittadino è in grado di compiere una scelta più consapevole valutando l’efficienza energetica dell’immobile e può avere una percezione dei possibili costi di gestione del riscaldamento-raffrescamento dell'edificio.

Ufficio: 
Edilizia privata

Comunicazione di inizio lavori (CIL) in edilizia libera

L'inizio dei lavori per le opere necessarie per obiettive esigenze, contingenti e temporanee deve essere comunicato dall'interessato all'Amministrazione comunale, senza dover attendere il rilascio di un titolo abilitativo

Ufficio: 
Edilizia privata

Comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA)

Per l’esecuzione di interventi non riguardanti le parti strutturali che non rientrano nell' attività edilizia libera, che non sono soggetti a permesso di costruire o a segnalazione certificata di attività, l’interessato deve presentare comunicazione di inizio lavori asseverata. Si tratta ad esempio delle opere di manutenzione straordinaria che non riguardano le parti strutturali dell’edificio o degli interventi di riqualificazione energetica e di risanamento dall'amianto, connessi a funzioni residenziali (art. 19 LR 18/04/2012 n.7).
 

Ufficio: 
Edilizia privata

Contributo per abbattimento delle barriere architettoniche

Le barriere architettoniche sono ostacoli fisici e senso-percettivi che impediscono alle persone diversamente abili di muoversi liberamente.
 

Ufficio: 
Edilizia privata

contributo sul costo di costruzione

Prospetto riassuntivo del contributo percentuale sul costo di costruzione

Ufficio: 
Edilizia privata

Costruzioni in zona sismica

L'intero territorio nazionale è classificato a rischio sismico e suddiviso in  quattro zone a diversa pericolosità (Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 20/03/2003, n. 3274 e Deliberazione della Giunta Regionale 11/07/2014, n. 10/2129):

  • zona 1 - livello di pericolosità alto
  • zona 2 - livello di pericolosità medio
  • zona 3 - livello di pericolosità basso
  • zona 4 - livello di pericolosità molto basso.

Fermo restando l'obbligo del titolo abilitativo all'intervento edilizio, i lavori di costruzione, riparazione e sopraelevazione sono soggetti alla disciplina prevista dalla Legge Regionale 12/10/2015, n. 33.

Ufficio: 
Edilizia privata

Denuncia di opere in conglomerato cementizio armato naturale, precompresso e a struttura metallica

Le opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica devono essere denunciate dal costruttore allo sportello unico prima del loro inizio (articolo 65 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380).

Anche le varianti che nel corso dei lavori si vogliono introdurre alle opere di conglomerato cementizio armato, normale e  precompresso e a struttura metallica devono essere denunciate allo sportello unico prima di dare inizio alla loro esecuzione.


 

Ufficio: 
Edilizia privata