Sicurezza urbana

 L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di accrescere la sicurezza urbana. Questo significa rendere Treviglio una città più sicura sia dal punto di vista della mobilità, sia dal punto di vista della persona, affinché possa essere una cittadina vivace e vivibile. Per raggiungere questo obiettivo, da un lato occorre una maggior frequenza, sistemicità e uniformità dei controlli, dall’altro è opportuno intervenire sulla viabilità. Tra i maggiori interventi in materia di sicurezza:

 

  • osservatorio per la sicurezza

Il 12 maggio 2009 è stato istituito l’Osservatorio sulla Sicurezza per la Città di Treviglio composto da tutte le forze di Polizia cittadine e dal Sindaco. L'Osservatorio ha, come referente per il Prefetto, il Dirigente del Commissariato di Polizia dello Stato.
L’Osservatorio consente di analizzare le esigenze cittadine e contribuisce a creare le sinergie necessarie tra le forze di Polizia presenti sul territorio, in modo da ottimizzare le risorse a disposizione e garantire un più accurato ed articolato controllo del territorio.

  • impianto di videosorveglianza per la sicurezza urbana

L’impianto di videosorveglianza funzionante nel Comune di Treviglio è stato attivato in data 21 ottobre 2008, in seguito ad un apposito protocollo di intesa stipulato tra il Sindaco di Treviglio ed il Prefetto di Bergamo. È direttamente collegato con le centrali operative di Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale e rappresenta un importante strumento per il controllo del territorio.

L’Attività del “Vigile di quartiere” concorre a rendere più vicina l’Amministrazione comunale ai cittadini dei quartieri in quanto, oltre a svolgere la propria attività, rappresenta un punto di riferimento al quale tutti gli abitanti si possono rivolgere per effettuare segnalazioni che saranno poi inviate ai vari uffici comunali. Nel Comune di Treviglio operano 4 “Vigili di Quartiere” (n. 1 Ufficiali e n. 3 Agenti) i quali espletano la propria attività nel “quartiere Ovest”, che comprende anche le due stazioni ferroviarie, e nel “quartiere Nord/Geromina/Castel Cerreto”. Il servizio è organizzato considerando i due quartieri di riferimento come due comuni di piccole dimensioni, per cui gli agenti svolgono tutta l’attività di competenza della polizia locale potendo contare, inoltre, sul supporto della pattuglia automontata e delle unità specialistiche del Comando.